“Parole alate”

L’espressione “parole alate” – ἔπεα πτερόεντα – è una delle formule più frequenti in Omero ed è forse la più adatta a descrivere quanto accaduto al momento di saluto-affidamento delle quinte superiori di quest’anno.

Prima degli esami di maturità, la scuola ha dedicato ai ragazzi di quinta un saluto speciale, alla presenza del padre spirituale, don Filippo Basso, del preside della scuola, Simone Ferraro, dei referenti dei vari istituti – Federica Cibin, Elisa Cavallin e Andrea Negro – del rettore, Mons. Ferruccio Lucio Bonomo e degli altri insegnanti.

Alla fine di un ciclo, c’è bisogno di un momento per guardare al passato e prepararsi al futuro, sapendo di avere accanto chi ha condiviso la stessa esperienza, il medesimo viaggio.

Le classi hanno preparato dei video per esprimere il loro percorso di crescita e di amicizia, raccontare i legami instaurati nel corso dei cinque anni insieme, mettere a nudo l’ampia gamma delle loro emozioni.

I momenti più significativi di questo incontro sono visibili in questo filmato (per accedere è possibile cliccare il seguente link):

I ragazzi hanno anche scritto delle lettere, che hanno letto davanti a tutti, in Auditorium Pio X, e che sono visibili ai seguenti link:

Lettera degli studenti del Liceo Classico (5AC):

5-Classico

Lettera degli studenti del Liceo Scientifico Tradizionale (5AS):

5-Scientifico-A-lettera-damore-per-la-mia-5°A

Lettera degli studenti del Liceo Scientifico Scienze Applicare (5BA):

5-Scientifico-B

Lettera degli studenti del Liceo Linguistico (Giuridico-Economico e Moderno: 5BG e 5AM):

5-Linguistico

A proposito di lettere e parole alate, dopo i discorsi del preside e del padre spirituale, dopo gli accorati saluti dei ragazzi, è arrivato il momento di far letteralmente volare dei messaggi: gli studenti sono stati infatti invitati a scrivere su un foglio un pensiero da rivolgere all’insegnante che più di tutti avesse segnato il loro percorso; al termine di questi attimi commoventi, i fogli sono stati piegati come aeroplanini e sono stati fatti volare in Auditorium.

Le parole sono frecce potenti, arrivano al cuore e sanno colpire, lasciano un segno indelebile e sono il nostro modo di comunicare e comunicarci agli altri.

Buon cammino a tutti gli ormai maturati della scuola!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi profili social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑