La settimana sportiva p.5

a cura di Federico Fraticelli

Benvenuti amici tifosi e tifose della scuola Pio X di Treviso.

Le olimpiadi invernali di Pechino sono sempre più vicine, ed i nostri ragazzi stanno mostrando al mondo che loro per le medaglie ci sono.

Non solo sport invernali in questa nuova puntata, ma anche calcio, basket, pallavolo e tennis, quindi non perdiamo tempo ed iniziamo.

Come detto in apertura, bisogna partire dagli sport invernali, ed inizierei con lo sci, che ha fruttato ben 3 podi ai colori azzurri.

Gli uomini sono andati a Wengen con il supergigante, le 2 discese e lo slalom, mentre le donne hanno sostato durante la settimana a Schladming con lo slalom (in sostituzione di quello di Flachau), e poi nel weekend a Altenmarkt-Zauchensee, per la discesa ed il supergigante.

A Wengen nella prima giornata di gara il superg è andato allo svizzero Odermatt, che sul pendio di casa ha trionfato ed ha consolidato la classifica di specialità e generale.

La prima discesa invece è andata a Kilde, che ha beffato per 18 centesimi il solito Odermatt.

Il norvegese, oltre ad aver vinto la gara, è salito anche in testa alla classifica della “coppetta” di discesa. Leadership che non si è consolidata con la seconda discesa, dato che il nostro Dominik Paris, con un ottimo terzo posto, è tornato in testa. Vince la discesa l’austriaco Kriechmayr.

Nel quarto ed ultimo giorno di gare, si è svolto lo slalom, che si è rivelato essere la gara più incredibile della stagione, dato che ha con una seconda manche strepitosa ha vinto il norvegese Braathen, che dalla ventinovesima posizione ha rimontato fino a vincere una gara storica. 

Altrettanto storico il terzo posto dell’italiano Razzoli, che 6 anni dopo l’ultimo podio in carriera torna tra i migliori 3.

Molto sfortunato invece Alex Vinatzer: abbattendo un paletto, ha avuto la sfortuna che quello stesso paletto sbattesse sull’attacco del suo sci e questo si è staccato, mentre era in lotta per la vittoria.

In classifica rimane in testa il norvegese Foss-Solevaag, migliore degli italiani Razzoli, quarto a pochi punti dalla vetta.

Andiamo in Austria a Schladming con lo slalom femminile, dominato da Mikaela Shiffrin, che con un’ottima seconda manche ha battuto la rivale slovacca Petra Vlhova, che rimane saldamente in testa alla classifica di specialità.

Dopo la gara tecnica, la coppa del mondo ha sostato in Svizzera, con le discipline veloci.

Nella discesa libera grandissima paura in casa Italia per la caduta della campionissima Goggia, che per fortuna se l’è cavata con qualche botta e nulla di rotto.

Vince la discesa la svizzera Gut-Behrami, migliore delle italiane Nadia Delago quarta.

Nel secondo giorno di gare, nel supergigante la nostra Federica Brignone ha trionfato di 4 centesimi sulla svizzera Suter.

Gara fantastica della valdostana, che ha interpretato i curvoni nel tratto centrale della pista come nessun’altra.

Ottimo il quarto posto di Marta Bassino.

Lontana dalle posizioni che contano invece è Sofia Goggia, che è scesa con prudenza dopo la caduta del giorno precedente.

Passiamo al pattinaggio su ghiaccio artistico, con gli europei di Tallinn.

Storico per la nazionale italiana l’argento di Daniel Grassl, che con un’ultima gara favolosa, ha conquistato una medaglia bellissima.

Bronzo per la coppia Guignard-Fabbri che, come Grassl, hanno segnato una edizione incredibile per l’Italia.

Nello snowboard di coppa del mondo terzo posto per Roland Fischnaller che, alla tenera età di 41 anni, diventa uno dei più vecchi di sempre a guadagnare un podio in coppa del mondo. Anche lui da tenere d’occhio per le olimpiadi.

Nella tappa di Ruhpolding, per la coppa del mondo di biathlon, ottimo il terzo posto di Dorothea Wierer, che ha trovato una grande prestazione al poligono e un’ottima gara sugli sci. 

Al femminile leader della generale la norvegese Marte Olsbu Roiseland.

In ambito maschile la staffetta italiana ha trovato un ottimo quarto posto.

Passiamo al calcio e con la Serie A e la Supercoppa.

La coppa di lega italiana è stata conquistata dall’Inter che ha sconfitto la Juventus per 2-1. La compagine di mister Inzaghi ha trionfato grazie alla rete del “niño maravilla” Sanchez.

In campionato, però, la capolista è stata fermata dall’Atalanta, in una incredibile partita conclusasi per 0-0 con protagonisti portieri Musso e Handanovic.

Ha mancato però l’aggancio alla testa il Milan, che in una rocambolesca partita è stato sconfitto in rimonta 1-2 dallo Spezia, che ha compiuto un passo in avanti verso la salvezza…Salvezza che per il momento non hanno Salernitana, sconfitta 3-0 dalla Lazio, Genoa, sconfitto per 6-0 da una ritrovata Fiorentina e Cagliari, che ha perso 1-0 con la Roma.

Passiamo al basket, e alla LBA italiana, dove Milano tiene la leadership sulla Virtus Bologna, che rimane a -2 dalla testa.

Anche in Eurolega grandi prestazioni da parte di Milano che vince contro Berlino e la capolista Barcellona.

Continuano a convincere le squadre italiane nella Champions League di volley maschile, con le vittorie di Civitanova, Perugia e Modena.

Concludiamo con gli Australian Open di tennis orfani di Novak Djokovic, che è stato espulso dall’Australia dato che non è vaccinato.

Per l’Italia sono 4 gli atleti al terzo turno, 3 uomini e 1 donna.

Tra i ragazzi avanti Sinner, che se la vedrà con il giapponese Daniel, Sonego che sfiderà il serbo Kecmanovic e Berrettini che incontrerà il fenomeno spagnolo Alcaraz.

Unica superstite azzurra invece Camila Giorgi, che avrà l’importante sfida contro la numero 1 al mondo Barty.

Finisce anche questo appuntamento con la settimana sportiva.

La prossima settimana ci prepareremo a 3 grandissimi eventi: le olimpiadi invernali, le qualificazioni ai Mondiali di Calcio con i nostri azzurri impegnati, e le ultime emozioni dagli Australian Open di tennis.

Grazie per avermi seguito, buona settimana e buono sport a tutti!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi profili social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑