Come preparare le tagliatelle fatte in casa

a cura di Vittoria Milan, 5AM (Liceo Linguistico Europeo, indirizzo Moderno)

UN PO’ DI STORIA…


Secondo la leggenda, le tagliatelle furono inventate nel 1487 dal Mastro Zafirano, in occasione del matrimonio di Lucrezia Borgia con il Duca di Ferrara. Si dice che il cuoco si ispirò ai bellissimi capelli biondi della sposa per cerare questa nuova pasta fresca.
Le tagliatelle sono spesso associate al ragù, diffusissimo in Italia, sebbene lo scettro sia proprio dei Bolognesi.


Il termine ragù deriva dal francese “ragout”, che significa risvegliare, rinnovare, in questo caso l’appetito.


La pasta all’uovo è sinonimo di casa, di tradizioni: non c’era domenica in cui le nonne e le mamme non preparassero la pasta fresca fatta in casa, con la sfoglia rigorosamente tirata a mano con il matterello e tagliata con il coltello senza l’uso dei macchinari che abbiamo a disposizione oggi.

Però, un po’ di nostalgia delle vecchie tradizioni permane, quindi proviamo a lasciarci ispirare!

Ingredienti

Gli ingredienti che riporto sono per una persona: dovrete moltiplicare in proporzione al numero di persone (si prepara un uovo per ogni persona).


Tagliatelle Fatte in Casa
•1 uovo (a pasta gialla)
•100 g semola rimacinata di grano duro o farina di grano tenero (0 o 00)
•1 pizzico di sale fino


PREPARAZIONE: COME FARE LE TAGLIATELLE FATTE IN CASA COME LA MIA NONNA


•Sulla spianatoia distribuite la farina o la semola a fontana e fate un foro al centro (a mo’ di vulcano). Unite al centro l’uovo intero e un pizzico di sale.

•Cominciate ad impastare con una forchetta, partendo dal centro sbattendo l’uovo e portando un po’ di semola dai bordi verso il centro. Quando l’uovo sarà ben assorbito, cominciate ad impastare a mano.

•Lavorate il panetto fino a che non risulta liscio ed omogeneo.

•Coprite il panetto con pellicola e fate riposare l’impasto per 30 minuti a temperatura ambiente. Questo passaggio è importante per permettere all’impasto di non perdere elasticità, per la maglia glutinina che si sviluppa mentre impastate. La pellicola è utile per evitare che si asciughi.

•Riprendete l’impasto e spolverate la spianatoia con semola. Poi stendete il panetto con un matterello ottenendo una sfoglia di qualche millimetro: lo spessore dipende da come amate le tagliatelle. Se preferite farle sottili, considerando che in cottura aumentando leggermente di volume, date alla sfoglia uno spessore di 1 mm. Se amate tagliatelle più rustiche, a seconda anche del condimento, potete fare una sfoglia anche di 2 mm.

•A questo punto avvolgete la sfoglia, piegandola su se stessa. Con un coltello affilato, tagliate le tagliatelle fatte in casa con uno spessore di 1 cm.

•Fatele asciugare su un tagliere o un vassoio di vimini coperte da un canovaccio pulito, fino al momento in cui andrete a cuocerle.

Ecco il risultato finale:

Niente male, vero? Provateci anche voi!!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi profili social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑