“Diabolik”: una recensione

a cura di Laura Tauro, 5AM (Liceo Linguistico Europeo, indirizzo Moderno)

Portare al cinema un’amata opera letteraria è sempre un’operazione delicata, e “Diabolik” non fa eccezione: il film celebra un personaggio dei fumetti creato dalle sorelle Angela e Luciana Giusani nel 1962 e presenta un cast di stelle italiane ben note: Luca Marinelli, Miriam Leone e Valerio Mastandrea.

Ambientato nella città immaginaria di Clerville alla fine degli anni ’60, il film racconta di un temibile ladro, Diabolik, spietato ed inafferrabile, molto pericoloso, che le autorità non riescono a catturare. In città giunge un’affascinante ereditiera, Lady Eva Kant, che porta con sé un diamante dal valore inestimabile e che Diabolik decide di rubare.

Cosa accadrà? Non possiamo certo rivelarvi il finale, però possiamo ricordare come in questa pellicola venga raccontato il primo incontro tra il celebre ladro Diabolik e la futura complice e compagna Eva Kant.

Parliamo però di qualche altro dettaglio del film…

‘Diabolik’ è stato diretto dai fratelli Antonio e Marco Manetti, i quali, in merito alla pellicola, hanno dichiarato: “Ragazzi, questo film è il demone di ciò che abbiamo visto e amato dal momento in cui abbiamo iniziato a leggerlo. Non è stato fatto alcun tentativo di cambiarlo o aggiornarlo radicalmente. Solo un trasferimento di eventi ed emozioni che leggiamo in il film Nei film. Fumetti. Attraverso la nostra interpretazione e il nostro stile naturale. Nient’altro. ”

Buona visione!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi profili social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑